Bambini in età scolare

Il gioco è essenziale per i bambini

Eccellenza fisica

Il periodo compreso tra i 6 e i 12 anni viene spesso considerato come l'età d'oro dell'infanzia. Ammesso che abbiano avuto un normale sviluppo, i bambini in questa fascia d'età sembrano in grado di fare e imparare quasi qualunque cosa. Fisicamente, i bambini di questa età hanno un corpo proporzionato come quello degli adulti, di conseguenza, giorno dopo giorno, acquisiscono una maggiore autoconsapevolezza e senso d'equilibrio.

Le abitudini che includono una regolare attività fisica iniziano solitamente tra 6 e 12 anni, periodo in cui si dovrebbe incoraggiare l'alfabetizzazione motoria (apprendimento/padronanza). Gli esperti di educazione fisica parlano spesso di "ABC", ovvero, agilità, bilanciamento e coordinazione. Il divertimento è fondamentale in questa fase per invogliare i bambini a praticare attività fisica.

I bambini in età scolare sono in grado di padroneggiare attività di coordinazione di base, come correre, saltare, stare in equilibrio, rotolarsi, lanciare, afferrare, arrampicarsi e strisciare. Inoltre è importante mettere a disposizione dei bambini un'ampia varietà di prove di agilità e di coordinazione.

Di conseguenza, se progettati adeguatamente, i parchi giochi rappresentano il contesto ideale per raggiungere pienamente le abilità motorie ambite dai bambini in questa fascia d'età.


L'età della solidarietà

La fascia d'età compresa tra i 6 e i 12 anni viene spesso definita come l'età della solidarietà: gradualmente i bambini imparano a comprendere i sentimenti, le reazioni e i pensieri altrui. A sei anni sono in grado di parlare correntemente e ampliare il loro vocabolario, cosa che permette loro di giocare con un maggior numero di bambini. L'elemento essenziale di gioco si sposta poco per volta dal gioco di ruolo al "gioco con regole" e tutti i giochi con delle regole affascinano questi bambini quando cominciano ad apprezzare una sana competizione.
 

Creatività e regole

Per i bambini in età scolare i giochi creativi sono strettamente collegati al "gioco con regole". Questi bambini si divertono a creare regole e a misure che definiscano se stessi e gli altri. Adorano i giochi tradizionali come acchiappino e nascondino. Tuttavia sono disposti a oltrepassare il loro limite fisico di comfort per poter acquisire maggiori abilità. I parchi giochi e le relative strutture pensate per questa fascia d'età dovrebbero lasciare spazio sia ai giochi classici sia a quelli più moderni.
 

Apprendimento attivo

I bambini in età scolare apprendono principalmente a scuola, tuttavia studi recenti dimostrano che la maggior parte delle nozioni apprese -incluse le abilità di vita quotidiana, e una migliore comprensione della natura - dovrebbero essere acquisite attivamente e non impartite. Spazi ricreativi esterni, dotati di ostacoli superabili, piccole aree di ritrovo che agevolano diverse attività ludiche, possono aiutare i bambini a migliorare la propria concentrazione e la prontezza di apprendimento.
 

Parole chiave nello sviluppo infantile e gioco rivolto ai bambini in età scolare:

• Grosso motori per ABC agilità, bilanciamento e coordinazione
•"Giochi di ruolo"
• Luoghi per trascorre il tempo con altri
 

Esempi di buone attività di gioco

Attività motorie di base: esercizio di agilità, equilibrio e coordinazione come arrampicarsi, strisciare, saltellare, dondolare, scivolare, ruotare, tenere l'equilibrio, oscillare.

Elementi a supporto di questo sono: reti, colline più scoscese, altalene, giochi a molla, bilici, elementi girevoli e scivoli.

Anche se i bambini di età scolare possono giocare in gruppi più ampi, amano ritrovarsi in gruppi più piccoli - specialmente le ragazze.

Giochi con la sabbia o l'acqua, attirano ancora i membri più giovani di questo gruppo.

 
In fase di progettazione, ricordatevi di utilizzare:

Superfici rigide per giochi con la palla, attività variegate e differenti livelli e gradi di gioco. Ombra (degli alberi che sono sicuri per arrampicata) e zone dove gruppi di due o tre possano socializzare.